Home > Serie A > Decreto Crescita, la Lega Calcio non ci sta e contrattacca. Il punto

Decreto Crescita, la Lega Calcio non ci sta e contrattacca. Il punto

lega calcio

L’ultimo emendamento del Decreto Crescita ha scontentato tutti, in primis la Lega Calcio. La quale ora, contrattacca.

Il Decreto Crescita, per usare un eufemismo, non sta avendo un grande successo. L’ultimo emendamento, in particolare, ha mandato su tutte le furie gli attori principali del calcio italiano.

E quindi in primis, ovviamente, la Lega Calcio.

A dividere e scontentare tutti c’è ovviamente la decisione sul restringimento della platea di chi può beneficiare dei vantaggi fiscali del Decreto.

Soglia infatti passata da 2 milioni ad uno.

Inoltre potranno avere l’abbattimento fiscale del 50% solo chi ha giocato o allenato all’estero negli ultimi due anni. Conditio sine qua non, il raggiungimento dei 20 anni di età.

Lega Calcio al contrattacco contro il Decreto

Decreto Crescita, la Lega Calcio non ci sta e contrattacca. Il punto

LEGGI ANCHE Come cambia la Champions League, tutte le modifiche

LEGGI ANCHE Calciomercato Sampdoria, tutti i contratti in scadenza

Anche la stessa Valentina Vezzali non ha gradito la decisione. La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport aveva in passato sempre difeso il Governo. Eppure, in questo caso, il Decreto non lascia soddisfatta nemmeno lei.

Ma soprattutto è la Lega Calcio a passare al contrattacco, con la preparazione di veri e propri dossier contro i benefici fiscali. Giudicati, questi, “per soli ricchi”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter
Articoli correlati
Serie A, valzer degli allenatori: chi va e chi resta? Il punto
blessin
Calciomercato Genoa, Blessin resta e punta la Serie A. I dettagli
leao
Fantacalcio, top e flop della 38ª giornata
strakosha
Calciomercato Lazio, è in serie A il sostituto di Strakosha. Il nome

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter