HomeSerie AGattuso lascia il Marsiglia: un capitolo si chiude, Galtier in lizza per...

Gattuso lascia il Marsiglia: un capitolo si chiude, Galtier in lizza per il futuro

L’avventura di Gennaro Gattuso sulle sponde del Mediterraneo è giunta a un brusco e amaro epilogo. Il destino del condottiero italiano è stato sigillato nel profondo blu marsigliese dopo una serie di prestazioni che hanno lasciato i tifosi e la dirigenza con l’amaro in bocca. In una serata di domenica che si è tinta delle più fosche sfumature di grigio, il Marsiglia è caduto sotto i colpi del Brest, incassando un ko per 1-0 che ha fatto traboccare il vaso della pazienza. Gattuso, con lo sguardo di chi ha visto fantasmi in campo, ha trasmesso un senso di impotenza che ha scosso le fondamenta del club.

Il mattino seguente, come un fulmine in un cielo già carico di presagi, la notizia: il Marsiglia ha preso la decisione definitiva, l’esonero di Gattuso. L’ex gladiatore del Milan, che aveva chiesto scusa ai suoi sostenitori attraverso i media per le prestazioni deludenti, non è più l’uomo al timone. E mentre i fan si domandavano chi avrebbe raccolto l’eredità di una squadra in piena tempesta, un nome ha iniziato a circolare con insistenza: Christophe Galtier, già stratega del Paris Saint-Germain, sembra pronto a imbarcarsi in questa sfida titanica.

L’OM, in piena crisi esistenziale, naviga in acque turbolente, ancorato al nono posto in classifica di Ligue 1.

Per Gattuso si conclude un’altra avventura importante

Ma come se non bastasse, la squadra si trova davanti a una tappa cruciale: il passaggio agli ottavi di Europa League in bilico, dopo un pareggio per 2-2 nell’andata contro lo Shakhtar Donetsk. Un appuntamento che vedrà il Velodrome privo della guida del tecnico calabrese, che già sembra appartenere a un passato remoto.

Ripercorrendo le tappe di questa avventura, ci si ricorda del 27 settembre, giorno in cui Gattuso prese il timone lasciato vacante da Marcelino. Ma nonostante l’entusiasmo del suo arrivo, i mesi successivi si sono rivelati un cammino disseminato di ostacoli e di delusioni. Un solo acuto nel 2024, in Coppa di Francia, e poi una serie di pareggi e sconfitte che hanno eroso la fiducia, nonostante un barlume di speranza si fosse acceso negli ultimi mesi dell’anno appena concluso.

“Dobbiamo riconoscere di aver toccato il fondo”, aveva dichiarato un Gattuso atterrito, che pareva non intravedere via d’uscita da quel tunnel oscuro. E così, con un tono che presagiva un addio imminente, si è conclusa l’epopea del tecnico che da Pisa a Sion aveva sempre combattuto con ardore. La storia tra Gattuso e il Marsiglia si è spezzata, lasciando i tifosi a interrogarsi su cosa sarà il domani di un club che ora si affida a un nuovo comandante per risalire la corrente e ritrovare la luce.

ARTICOLI CORRELATI

I più popolari