HomeSerie ALuis Muriel saluta l'Atalanta: un addio carico d'affetto e promesse di ritorno

Luis Muriel saluta l’Atalanta: un addio carico d’affetto e promesse di ritorno

Un saluto che trasuda nostalgia e affetto, un addio che non è un semplice congedo, ma un “arrivederci” carico di emozioni e gratitudine. Luis Muriel, con la sua partenza imminente verso il nuovo capitolo della sua carriera negli Stati Uniti con l’Orlando City, non poteva fare a meno di rivolgere un pensiero speciale ai tifosi dell’Atalanta, ai compagni di squadra e a tutto l’ambiente di Bergamo che ha rappresentato una vera e propria famiglia per il talentuoso attaccante colombiano.

Nel crepuscolo di una nuova avventura, Muriel si proietta verso il futuro con una borsa carica di ricordi e un contratto che lo legherà per due anni, con opzione per un terzo, alla sua nuova squadra per una cifra che si aggira intorno ai tre milioni di euro a stagione. Una scelta ponderata che porta nelle casse del club bergamasco un milione di euro, in netto contrasto con la prospettiva di vederlo partire a parametro zero al termine del contratto, il prossimo 30 giugno.

L’arrivo di Muriel a Bergamo nell’estate del 2019, proveniente dal Siviglia per una cifra di 20 milioni di euro, ha segnato l’inizio di un rapporto speciale con la maglia nerazzurra, un legame che l’attaccante ha voluto celebrare e onorare attraverso un emozionante video pubblicato sul suo profilo Instagram, dove rivela i dettagli di questo distacco dal Gewiss Stadium.

L’addio di Muriel lascia un vuoto nella Dea

Non solo un calciatore che saluta la sua tifoseria, ma un uomo che lascia un pezzo del suo cuore in una città che ora chiama casa.

L’emozione è palpabile nelle parole di Muriel, che, impossibilitato a condividere questo momento di persona a causa della rapidità degli eventi, ha scelto l’alba di un martedì per condividere il suo messaggio con la comunità dei tifosi. Una partenza da Linate, quella di lunedì mattina, che ha dato l’avvio ufficiale al conto alla rovescia per la sua nuova esperienza oltreoceano.

Nel suo video, il colombiano non dimentica di ringraziare coloro che hanno reso magnifico il suo percorso a Bergamo: il presidente Antonio Percassi, suo figlio Luca, l’allenatore Gian Piero Gasperini e tutti i compagni con cui ha condiviso trionfi e battaglie, sia in Europa che in Italia. Un pensiero particolare va anche a coloro che lavorano dietro le quinte a Zingonia, il centro sportivo del club: magazzinieri, personale in cucina e addetti amministrativi, riconoscendo il loro contributo quotidiano al miglioramento della squadra.

Il messaggio di Muriel chiude con parole scritte, un addio che ha il sapore di una promessa; non è solo un ringraziamento per il supporto e l’affetto ricevuti, ma la conferma di un legame indissolubile. A Bergamo, Muriel si è sentito amato non solo come calciatore, ma anche come persona, e per questo non lo dimenticherà mai. Un sentimento reciproco che farà sì che il suo ricordo rimanga vivo tra i tifosi dell’Atalanta, anche a migliaia di chilometri di distanza.

ARTICOLI CORRELATI

I più popolari